Estate senza leishmaniosi: come proteggere il cane e le persone - Petformance
Agosto 19, 2020

Estate senza leishmaniosi: come proteggere il cane e le persone

image

Che cos’è la leishmaniosi?

La leishmaniosi è una malattia pericolosa che negli ultimi anni si sta diffondendo in molte zone del territorio italiano.

Colpisce sia l’uomo che il cane e viene diffusa tramite la puntura dei flebotomi, detti anche pappataci, piccoli insetti volanti parenti delle zanzare.

Come si trasmette la leishmaniosi?

I flebotomi sono attivi nella stagione calda, grossomodo da aprile a ottobre, soprattutto nelle ore notturne. Si nutrono di sangue e attraverso il pasto possono assumere anche il microrganismo responsabile della patologia, che vanno poi a inoculare nell’organismo di un altro animale.

La trasmissione dell’infezione avviene quindi unicamente tramite il parassita: non è possibile contrarre la malattia direttamente da cani o persone colpite.

Non tutti i cani punti dai flebotomi infetti si ammalano: in alcuni soggetti il sistema immunitario ha la meglio sull’invasore, mentre in altri non solo il contrattacco non è efficace, ma produce un accumulo di molecole nocive per i piccoli vasi sanguigni, provocando danni soprattutto a livello di cute, rene e articolazioni.

Quali sono i sintomi della malattia?

I sintomi sono poco specifici e molto variabili: il cane può deperire, bere e urinare di più (danno renale), presentare forfora, croste, ulcere e perdita del pelo (danno cutaneo) o zoppicare (danno articolare).

La diagnosi quindi si raggiunge tramite gli esami del sangue e le biopsie dei linfonodi, che sono fondamentali anche per il successivo monitoraggio.

Come possiamo difenderci dalla leishmaniosi?

La terapia della leishmaniosi è infatti difficile, perché i farmaci possono avere seri effetti collaterali e raramente si arriva a una eliminazione definitiva del microrganismo patogeno.

Per questo è soprattutto importante la prevenzione, fondata soprattutto sulla difesa dai flebotomi:

  • Informiamoci se questi insetti sono presenti nella zona in cui viviamo o andiamo in vacanza con il cane
  • Teniamoli fuori dalle nostre case con zanzariere, repellenti e altri presidi
  • Proteggiamo il cane con prodotti che tengano lontani e uccidano questi parassiti. L’effetto barriera può essere reso più efficace utilizzando regolarmente Flyblock sul pelo del cane.
  • Esiste anche un vaccino che riduce il rischio di infezione

Per saperne di più, informati presso il tuo veterinario!

Vuoi proteggere il cane in modo naturale? Clicca sull’immagine per saperne di più!

© 2021 petformance.eu è di proprietà di Liquid Wellness Company Srl, Via delle Rose, 9 - 25015 Desenzano del Garda (BS)
P.iva: 03371110986 - email: info@petformance.eu - Telefono: +39 030 61 50 398